Sei Qui - Home - Rock Climbing

Rock Climbing in Sardegna

Probabilmente non c’è altrove in Sardegna come in Ogliastra dove meglio potrai praticare una delle attività sportive più diffuse tra gli amanti della natura ed in particolare tra gli appassionati della montagna e della roccia che la compone. Un vero e proprio paradiso per tutti i climber, anche per te quindi! In passato solo fonte di sostentamento per gli abitanti del posto, oggi luogo in cui i climberisti si radunano alla ricerca di nuove e forti emozioni. Il rischio è limitato e cresce naturalmente in base alla grado di difficoltà, che può ridursi al minimo quando si pensa che anche i bambini in età superiore ai 10 anni già possano praticarlo. E’ uno degli sport che, se praticato a determinati livelli, richiede un buon allenamento, una buona tecnica ma soprattutto impegno e tanta passione. I climber più esperti potranno optare per l’arrampicata libera, mentre per i meno esperti ci sarà il supporto di strumenti come l’imbrago, i chiodi, discensori, moschettoni e così via a facilitare le vie della scalata.

L’Ogliastra, grazie ad un clima quasi sempre ventilato, si presta alla pratica del Climbing in qualsiasi periodo dell’anno, anche d’estate, nonostante questa stagione in altre regioni si presenti avversa a questo sport. Basti pensare a Cala Goloritzé, che può offrire un piacevole bagno in acque cristalline oppure un’arrampicata nella famosa Aguglia di “Punta Caroddi”, dove soddisfare appieno il vostro desiderio per non rinunciare ad un’irrinunciabile vista sul Golfo di Orosei. Sicuramente “Punta Caroddi” è uno dei luoghi d’arrampicata più suggestivi dell’isola e di tutto il Mediterraneo.

Quindi Baunei, ma anche Jerzu, Osini e Ulassai sono solo alcuni dei comuni in cui gli arrampicatori, anche i più esigenti, potranno trovare un palcoscenico di pareti tra le più belle al mondo. Basti pensare che quelle di Baunei, ad esempio, sono state scalate da climber del calibro di Manolo e Oviglia, probabilmente sulle note di De Andrè, dove i palazzi di pietra, inseriti in uno dei paesaggi tra i più selvaggi del Mediterraneo, hanno affascinato i due professionisti italiani e non solo.

Citiamo De Andrè perché il nome di alcune vie del climbing sono state intitolate secondo il titolo, appunto, di alcune canzoni del famoso cantautore genovese. Non solo “Punta Caroddi”, ma anche“Pedra Longa” e di li a poco“Punta Scoine”, sono tappe obbligate dove mettere alla prova tecnica, equilibrio e un po la forza. Sono queste tra le più famose in Sardegna e si trovano a soli 4,3 km da centro di Baunei, dove l’impegno sostenuto dal comune nella valorizzazione del territorio ha fatto sì che venissero tracciate nuove vie tali da soddisfare le esigenze dei tanti appassionati. Baunei si riscopre così, per le ottime caratteristiche del suo calcare, per il suo clima e per il panorama mozzafiato che offre, come uno dei centri a maggiore richiamo turistico. E’ doveroso e opportuno citare i più importanti e i più bei punti in cui ogni anno centinaia di turisti si radunano per arrampicare. Iniziamo col “Villaggio Gallico”. Con 42 vie è la falesia più “pulita” e anche quella a soli 35mt dalla strada asfaltata, pertanto molto semplice da raggiungere.

La troverete sulla sinistra, percorrendo la strada che conduce alla Guglia di “Pedra Longa”. Si fa subito notare per la spaccatura centrale in senso verticale. Poco più avanti troverete un’altra falesia sulla quale divertirvi: “Creuza de Mà”, nella quale si contano ben 35 vie. In queste falesie si arriva ad avere così 77 vie con gradi di difficoltà che vanno dal 4a al 7c. Il tipo di roccia e la chiodatura perfetta vi permetteranno di trascorrere una giornata all’insegna del puro divertimento . Oltre al “Villaggio Gallico” e “Creuza de Mà” abbiamo la già citata “Punta Caroddi”, alle spalle della celebre Cala Goloritzé, che presenta ben 19 vie sulle quali arrampicare, poi Cala Luna, con 28 vie, ed infine “Punta Giradili”, sempre nelle vicinanze di “Pedra Longa”, con 8 vie, alcune delle quali molto impegnative. Arrampicare tra le architetture rocciose più belle della Sardegna, con un incredibile vista sul mare, a diretto contatto con la natura e avvolti dai profumi della macchia mediterranea credo sia una esperienza indimenticabile che rimarrà radicata tra i tuoi ricordi e sarà tra le più menzionate nei racconti di viaggio che farai al tuo rientro a casa. Buon divertimento allora!

Ricerca Struttura

A+ A++ Reset