Sei Qui - Home - Cala Biriala
Cala Biriala - Sardegna

Provate a immaginare quanto sia bello e gratificante immergersi in delle acque smeraldine, distendersi in spiagge poco affollate circondate dalla verde e profumata macchia mediterranea e dai lecci e ginepri secolari, leggere un libro in assoluto silenzio, ottenere un’ottima abbronzatura oppure ancora sfogare la propria passione fotografica con scatti da cartolina. La cala che vi stiamo per descrivere risponde a tutti questi requisiti.

Cala Biriala (in Sardo chiamata Bilariccoro) si trova tra Cala Mariolu (Ispuligidenie) e Cala Sisine. Anche questa cala, come le altre distribuite lungo il Golfo di Orosei, rimane impressa nei ricordi per via delle sue acque limpide e dai riflessi cristallini, per la sua spiaggia dal colore rosastro, per la folta vegetazione che cresce alle sue spalle, da cui prende il nome, fatta di lecci e ginepri sopravissuti al disboscamento dei carbonai toscani che qui lavorarono sino agli anni ’60. Biriala si distingue anche per il caratteristico archetto in arenaria, che chiude la cala sul lato sinistro della spiaggia, il cui colore rosastro gli è conferito dal tipo di materiale roccioso.

Il percorso per raggiungerla a piedi si presenta più impegnativo rispetto a quelli di Cala Sisine e Cala Goloritzé e si inserisce tra i sentieri fissati in uno dei più famosi e impegnativi trekking d’Italia: “Il selvaggio blu”,che non fa però tappa nella cala. Gli appassionati di trekking potranno raggiungerla dopo circa 1 ora e 40 minuti di camminata partendo da una località che si trova lungo la strada per Cala Sisine, chiamata “Ololbissi”. Da Ololbissi appunto, si prosegue l’escursione verso “Serra Ovra”, superata la quale vi troverete di fronte ad uno dei più bei boschi di leccio e ginepro scampati al disboscamento dei primi del ‘900. Tra stupore e ammirazione per quanto visto sin qua, continuate la nostra camminata alla volta della celebre spiaggia, che apparirà ai vostri occhi, bella più che mai, una volta superata la folta vegetazione di cui sopra.

Ecco così, di fronte a voi, uno degli angoli più belli della Sardegna: Cala Biriala.
Vista le maggiori difficoltà che si possono incontrare nel raggiungere la cala vi consigliamo di appoggiarvi alle esperte guide locali, grazie alle quali un duro trekking si può trasformare in una semplice passeggiata alla portata anche dei meno esperti.
Quindi zaino in spalla, macchina fotografica e via alla volta di Cala Biriala.

Ricerca Struttura

A+ A++ Reset