Sei Qui - Home - Baunei
Baunei

Baunei è un piccolo centro turistico situato sulla fascia centro-orientale della Sardegna, a circa 14 Km dal porto di Arbatax e a circa 150 km da quelli di Cagliari e Olbia. Costruito su un costone calcareo, con esposizione sud occidentale, il paese guarda verso le vette più alte del Gennargentu e verso il Golfo di Arbatax. Nell’isola è senza dubbio uno dei paesi che più di tutti regala ai turisti una posizione panoramica mozzafiato: una terrazza sul mare e sulla montagna dove mangiare e brindare in compagnia di amici.

Baunei è la scelta ideale se orienti la tua vacanza in Sardegna alla ricerca del tipico in tutte le sue sfaccettature artistiche, archeologiche ma sopratutto antropologiche e naturali. Il tutto senza rinunciare al mare cristallino, che presumo non abbia bisogno di commenti, e alla montagna, che potrà regalarti l'incontro con chi la montagna la vive, tutti i giorni, dandoti la possibilità di essere guidato in sentieri unici e affascinanti, che ti condurranno direttamente verso splendide "Cale" come quelle di "Goloritzé" e "Sisine", i cui unici punti di accesso (via terra) si trovano nel Supramonte di Baunei. Il suo territorio, che si estende per circa 220Kmq, è solcato da valli profonde attraversate da piccoli corsi d’acqua, chiamate “codule”, che sfociano a mare mescolandosi con le acque cristalline che bagnano oltre 40 chilometri di costa. E’ proprio all’interno di questo golfo che si susseguono le celebri Cale di “Luna”, “Mariolu” e “Goloritzé”, “Biriala” e “Sisine”…che vanno a spezzare quel susseguirsi di bastioni e falesie calcaree che fanno del litorale uno dei più belli di tutta Italia e sicuramente del Mondo.

A dominare sull’intero golfo è la roccia calcarea, interrotta a tratti da “forre”, “falesie” e “grotte”, tutte diverse e tutte d’incomparabile bellezza. Alle sue spalle si estende l’Altopiano del “Golgo”, dove una fitta vegetazione di origine mediterranea fa da cornice alla chiesetta campestre di San Pietro (XVII sec.), alla Voragine “de Su Sterru” (una delle più profonde d’Europa), ai nuraghi, ancora in buono stato, ed infine alle “Piscinas”(contenitori naturali di acque piovane). Dall’altopiano si diramano bellissimi sentieri sterrati che ti permetteranno di raggiungere le“Cale”, piccole spiagge formatesi nei numerosi anfratti costieri. Le guide specializzate accompagnano ogni anno centinaia di turisti attratti da paesaggi selvaggi e dalla presenza d’insediamenti risalenti all’epoca nuragica. Lungo la strada che collega Baunei a Santa Maria Navarrese troviamo l’accesso ad un’altra meraviglia della natura: “Pedra Longa”.

Il monolite, chiamato anche “Agugliastra”, è alto circa 128mt ed è parte integrante del tavolato calcareo di Baunei, che copre un vastissimo territorio lungo una fascia che partendo dalla frazione di Santa Maria Navarrese si estende a nord fino a Cala Luna. E’ proprio in prossimità di “Pedra Longa” e “Punta Giradili” che aspettano di essere scalate alcune delle pareti più belle in Europa, già note a tutti gli appassionati di Rock Climbing e da essi stessi battezzati con i nomi di “Villaggio Gallico” una e ” Creuza de Mà” l’altra. Se ti piace arrampicare numerose sono le vie chiodate che danno anche ai meno esperti la possibilità di praticare questo splendido sport. Potrai inoltre assistere a numerosi eventi culturali e seguire altrettante ricorrenze religiose accompagnate da processioni in costume e celebrazioni di messe nelle chiese parrocchiali di San Nicola, patrono del paese, oppure in quelle campestri di San Lussorio e Santa Lucia, San Pietro e Santa Maria.

Evento da non perdere è l’apertura delle case storiche di Baunei. In occasione di questa ricorrenza, chiamata ”Cortes Apertas”, vengono riproposte le “Arti”e i“Sapori”di un tempo. Avrai così la possibilità di passeggiare lungo le antiche vie del paese, ammirare i caratteristici costumi baunesi, assaggiare i piatti tipici, che ti verranno proposti all’interno di ogni casa, vedere le vecchie professioni legate alla vita di tutti i giorni. Vedrai ad esempio come si svolgeva la molitura del grano, la preparazione del tipico pane di patate, chiamato “Turredda”, oppure ancora potrai assistere alla ferratura dei cavalli, alla preparazione del pane tipico dei pastori (Su Pistoccu) o a quella dei “Culurgiones”, un primo dai gusti veramente unici, poi ancora alla preparazione del tipico dolce baunese, chiamato “Su Cunfettu”, che si preparava e si prepara tutt’oggi in occasione dei matrimoni. Che dire poi della lavorazione del caratteristico coltello sardo (S’Arrasoa) o dell’assemblaggio del “Carro a Buoi”? Tutti i mestieri e le ricette proposti lungo le vie storiche di Baunei sono un’occasione da non perdere. Ad avvalorare il tutto ci pensano i canti corali ed i balli in costume accompagnati dal suono della fisarmonica. Potrai approfittare dell’evento per visitare anche il museo etnografico sito a breve distanza dalla chiesa parrocchiale di San Nicola.

Ricerca Struttura

A+ A++ Reset